mercoledì 30 marzo 2011

MARCOS ROJO

                                                 
DATI ANAGRAFICI

Nome e Cognome: Faustino Marcelo Alberto Rojo
Data di nascita: 20 Marzo 1990
Luogo di nascita: La Plata (Arg)
Nazionalità: Argentina
Squadra: Spartak Mosca
Ruolo: Difensore
Altezza e Peso: 187 cm 80 kg


BIOGRAFIA

Già prima di affacciarsi sul grande palcoscenico e consacrarsi come uno dei migliori prodotti del calcio argentino,che Rojo era conosciuto nella "cantera" dell'Estudiantes, la sua squadra con cui è cresciuto. Sotto la gestione tecnica di Alejandro Sabella che aveva deciso di dare spazio ai giovani di casa, il nostro Rojo approfitta subito dell’occasione offertagli e si ritaglia un ruolo da protagonista nel finale di stagione, siglando il suo primo gol tra i professionisti contro il River Plate e festeggiando il ritorno al successo dei biancorossi in Libertadores dopo trentanove anni di attesa. Con la cessione di Clemente Rodriguez diventa il pilastro della difesa dell'Estudiantes, e ha contribuito personalmente al 5o titolo della sua squadra. Alla fine dell'Apertura 2011, si trasferisce in Europa nello Spartak Mosca, nel paese, la Russia dove c è anche Ansaldi in forza al Rubin Kazan. Con i russi gioca il doppio confronto di Europa League, con il Basilea (vincente!!) e poi con i lancieri dell'Ajax (purtroppo perdenti!!) ma che hanno fatto balzare agli occhi di tutti gli osservatori le qualità di Marcos Rojo . . . 


CARATTERISTICHE TECNICHE

Il suo ruolo naturale è quello di difensore centrale, dove riesce soprattutto a farsi valere nei palloni alti anche per merito della sua stazza (1.87 m per 80 kg). Dotato di grande personalità, e rispetto a molti suoi connazionali si distingue per l'acume tattico, capacità che si trova raramente in un calciatore della sua età. In Argentina occupava generalmente come terzino sinistro, e la sua trasformazione potrebbe essere paragonata con l'altro argentino Heinze, che nei tempi che fu nel Newell's occupava la stessa posizione, e poi si è scoperto ottimo centrale. Roja ha nelle gambe una discreta velocità ed un buon piede gli permettono di fare ottime cose da terzino, ma da difensore centrale sembra avere un futuro a mio parere da top

VIDEO

 

 Articolo scritto da Antonio Cupparo con la   
preziosa collaborazione di Marcello Olivieri

Nessun commento:

Posta un commento

SITI AMICI

Ricerca personalizzata

E-SCOUT ITALY

Lettori fissi